Mappa del Sito

Menu' di navigazione: sei nella sezione 1 > homepage > IN EVIDENZA: Green Philosophy...

Universita' dell'Aquila, FILOSOFIA TEORETICA

Logo Universita' dell'Aquila I A - III ciclo didattico, (30 ore di lezione, 5 crediti) > L'insegnamento e' destinato agli studenti dei corsi di laurea in: Letterature europee, Lettere, Lettere classiche, Lingua e cultura italiana, Lingue e culture moderne, Storia.
La filosofia teoretica come gioco-linguistico tra logica, scienza e tecnologia La problematica filosofica europea tra Ottocento e Novecento e' rappresentata anche dall'opera di un classico della filosofia contemporanea: Ludwig Wittgenstein.
La sua proposta filosofica come crogiolo originario (melting-pot) della cultura umanistica, scientifica e tecnologica, e' il gioco-linguistico (Sprach-spiel): considerato dopo Kant, come espressione di una logica trascendentale che si propone come soluzione al problema del significato, mostra la filosofia come una forma di appassionata attivita' teoretica in grado di esprimere tutte le descrizioni possibili, a-temporali e simboliche dell'intelligenza umana e artificiale.
La teoria della comunicazione, la teoria della raffigurazione e la teoria del simbolismo che costituiscono la parte centrale della filosofia teoretica come filosofia del linguaggio, nei suoi molteplici usi: etico, estetico, epistemologico e computazionale devono essere considerate essenziali, nella loro specificita' logico-metodologica, alla necessaria unita' del sapere, che pure nelle sue molteplici forme ed usi, rappresenta ancora oggi una piattaforma di stabilita' semiologica di qualunque forma di comunicazione.

Testi per l'esame:
Wittgenstein, L., Tractatus Logico-Philosophicus, Einaudi,1964;
Wittgenstein, L., Ricerche filosofiche, Einaudi, 1967.

Manifesto Programmatico della EcoLex

Nella homepage...

1. Nel nostro sito troverete solo link INTERNI attivi. Per quanto riguarda i link ESTERNI, infatti, troverete soltanto il riferimento del link-fonte (la stringa url), perche capita spesso, a causa dei continui aggiornamenti che avvengono nel web, di non ritrovare la pagina originale dei contenuti da noi citati in una certa data. Quindi, invece di farvi perdere tempo con inutili rinvii, abbiamo certosinamente riproposto il testo integrale della nostra fonte, privato solo dei css.
2. EcoLex e un neologismo che e stato usato per la prima volta da noi, con il significato di Legge dell'Ecologia, o Legge dell'Ambiente (in inglese: Environmental Law), perche offriamo, da quasi 20 anni, servizi di consulenza in questo campo, avvalendoci di professionisti abilitati, professori universitari ed esperti di chiara fama.
Le parole "eco" e "lex" erano gia state associate in passato, ma "eco" si riferiva all'Economia: infatti, quando abbiamo registrato il nostro dominio (il 5 luglio 1999), il Diritto dell'Ambiente non era ancora di moda (ammesso che ora invece gli si stia dando finalmente la giusta importanza!).
3. Profilo della Logo EcoLex: servizi telematici per la ricerca scientifica e tecnolgica > Green PhilosophyEcoLex s.r.l.: sin dall'avvento del web di prima generazione, ricerchiamo e divulghiamo in modo accessibile e gratuito, conoscenze tecnico-giuridiche innovative a tutela del paesaggio, dell'ecosistema, del patrimonio storico-artistico e dei diritti umani (compreso il diritto a vivere e a lavorare in un ambiente che non comprometta il nostro stato di salute).
Curiositas > Come gia accennato, ECOLEX deriva dalla fusione della parola Ecologia, con la parola Lex, che dal latino, significa "legge". A questa parola (Lex) veniva di solito affiancato il nome della gens del magistrato proponente (un console o un tribuno), declinato al femminile: per esempio, la Lex Aquilia (forse 286 a.C., sul risarcimento del danno a proprieta) o la Lex Quinctia (9 a.C., che regolamentava degli acquedotti), fonte Wikipedia.

Nella sezione 2: About me

In questa sezione troverete contenuti migrati (o meglio, sopravvisuti alla migrazione!) dal vecchio al nuovo sito EcoLex. Per cause di forza maggiore, infatti, tutte le vecchie pagine sono andate perse. Se avete tenuto copia del loro contenuto, vi preghiamo di contattare l'autrice, Maura Braghieri Dell'Anno (maura-braghieri[at]alice.it) per aiutarci a ripristinarle. Qualcosa e' stato recuperato dal sito ufficiale dell'Universita' dell'Aquila, qualcos'altro era stato duplicato da siti molto utili (che ora pero' non fanno piu' questo servizio... Erano una specie rara e si sono estinti). Fortunatamente disponiamo di un vastissimo archivio cartaceo, ma e' chiaro che ci vorra' molto tempo per ridigittalizzare tutto. Ecco perche' lanciamo questo appello, tipo messaggio nella bottiglia, nella speranza che qualche esemplare di quella specie rara sia sopravvissuto.

Nella sezione 3: Events

In questa sezione troverete contenuti nomadi e randomici: appunti di viaggio e notizie dal vasto mondo dell'innovazione tecnologica e giuridica operata a tutela dell'ambiente e del patrimonio storico-artistico. In questa sezione ci sono solo ne notizie di attualita, quindi "nomadi" perche' transitano da qui prima di stanziarsi (dopo due settimane circa) nella nostra Epedia (vedi sezione 4: Share).

Nella sezione 4: Share

In questa sezione condivideremo tutto cio' che Ci piace! > preferiamo inserire in questa sezione tali contenuti, perche' su facebook non abbiamo sufficienti garanzie che i contenuti da noi scelti non vengano rimossi. E su Linked-IN e Google-Plus, al contrario, non abbiamo sufficienti garanzie che i contenuti da noi NON scelti, compaiano associati al nostro profilo (magari anche spammando le email e i plus dei nostri followers, cosa che non ci piace affatto).
All'interno di questa sezione si andra' costituendo la sottosezione Epedia > alla fine di ogni nostra pagina web, saranno poste delle keywords; quelle che sono dotate di link attivo, indicano le voci che sono entrate a far parte dell'Epedia, la nostra area enciclopedica che nasce e cresce nel web, come Wikipedia, e come lei, e' incrementata e commentata dagli utenti.
Logo EcoLex: il portale del diritto ambientaleAl fine di rendere veramente piena la condivisione dei nostri contenuti, la EcoLex ha aderito ai criteri sanciti dalla Web Accessibility Initiative (WAI). Il W3C, World Wide Web Consortium e' infatti uno sforzo collettivo per migliorare l'accessibilita' del World Wide Web alle persone disabili e per quelle che non sono in grado di accedere a moderne tecnologie o di tenersi sempre aggiornati.
Grazie al W3C, partito dagli Stati Uniti (patria di internet e delle email, anche se qualcuno a Ginevra ne rivendica la paternita'!), le persone con disabilita' possono incontrare difficolta' in quanto spesso devono avvalersi necessariamente del supporto di dispositivi e browser non-standard, configurati a seconda della particolare disabilita' di ognuno.
Attraverso il w3c-validator e' possibile testare qualsiasi sito e verificarne l'effettiva accessibilita' (cosi' come previsto dalla Legge Stanca, che lo impone come obbiettivo a tutti i siti istituzionali, nel rispetto anche della nostra Costituzione).
Il nostro impegno a creare un codice accessibile e' stato confermato dal test di validazione del W3C, e quindi abbiamo titolo per esibire l'icona che attesta l'assenza di errori di validazione, poiche' ne abbiamo curato nei minimi dettagli lo sviluppo per creare una pagina Web interoperabile.